Grande, Grandissima lezione di vita. Ottantenne ogni mattina a porta la colazione a sua moglie malata di Alzheimer: “Lei non sa chi sono io, ma io so chi è lei…”.

zzz
seguiteci sulla pagina Facebook Voglia di libertà

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

 

 

“Quest’uomo ha 80 e insiste ogni mattina a portare la colazione a sua moglie. Quando gli hanno chiesto : “Perché sua moglie è in un ricovero per anziani?”, lui ha risposto: “Perché ha la malattia di Alzheimer (perdita di memoria).”
Allora gli hanno chiesto, “Sua moglie si preoccuperebbe se un giorno non venisse a portarle la colazione?” e lui ha risposto: “Lei non ricorda… Non sa neanche chi sono io, sono cinque anni che non mi riconosce più”
Sorpresi, gli hanno detto: “Che cosa meravigliosa! Ma sta ancora ancora portando la colazione a sua moglie ogni mattina, anche se lei nemmeno la riconosce?…”

L’uomo ha sorriso, l’ha guardata negli occhi e le ha stretto la mano.
Poi ha detto: “Lei non sa chi sono io, ma io so chi è lei…”.