Paolo Borsellino a Giovanni Falcone: “Al tuo funerale dirò che eri una testa di minchia”

.

.

Paolo Borsellino

.

.

seguiteci sulla pagina Facebook Voglia di libertà

.

.

Paolo Borsellino a Giovanni Falcone: “Al tuo funerale dirò che eri una testa di minchia”

Paolo Borsellino a Giovanni Falcone: “Al tuo funerale dirò che eri una testa di minchia” – “Teste di minchia che tentano di svuotare il Mediterraneo con un secchiello, quelli che sognano di sciogliere i ghiacciai del Polo con un fiammifero, tu ti sei messo in testa niente di meno, di sconfiggere la mafia applicando la legge”. 

Paolo Borsellino e Giovanni Falcone scherzavano sovente parlando del loro ineluttabile destino, quasi a voler esorcizzare ciò di cui tutti e due erano consapevoli. Si divertivano anche a immaginare qualediscorso funebreavrebbero tenuto in occasione del funerale di uno di loro due.

E Paolo Borsellino fu facile profeta, ironizzando con l’amico Giovanni.

“Giovanni, ho preparato il discorso da tenere in chiesa quando ti avranno ammazzato. In questo mondo ci sono tante teste di minchia.

Teste di minchia che tentano di svuotare il Mediterraneo con un secchiello, quelli che sognano di sciogliere i ghiacciai del Polo con un fiammifero.

Ma oggi, signore e signori, davanti a voi, in questa bara di mogano costosissimo, c’è il più testa di minchia di tutti. Uno che si era messo in testa niente di meno, di sconfiggere la mafia applicando la legge”. 

 

fonte: http://www.articolotre.com/2016/03/paolo-borsellino-a-giovanni-falcone-al-tuo-funerale-diro-che-eri-una-testa-di-minchia/